Benessere

Per tutto l’anno è possibile godere delle virtù terapeutiche delle Terme di Saturnia. Secondo antiche leggende, un giorno il Dio Saturno, si arrabbiò con gli esseri umani costantemente in guerra fra loro; scagliò un fulmine sulla terra, formando un cratere da cui iniziò a zampillare un’acqua tiepida, mentre l’atmosfera veniva avvolta da vapori. Da quelle nebbie, rinacque un'umanità rinnovata, più saggia e consapevole. Questo posto leggendario ha accolto nel corso dei secoli diverse civiltà, dagli Etruschi agli antichi Romani per le virtù cosmetiche ed il potere rigenerante delle sue acque; dalle sue sorgenti termali sgorga un’acqua sulfurea alla temperatura costante di 37°, che abbina mirabilmente le virtù terapeutiche ad altrettanto straordinarie doti di piacevolezza fine a se stessa: chi ci si immerge non potrà dimenticare le sensazioni di benessere, rilassamento, distensione e serenità donate dal tepore che avvolge il corpo, mentre contemporaneamente la mente si rilassa al contatto con la natura dolce ed unica della Maremma Toscana.

Gastronomia

L'unicità della cucina di Orbetello è dovuta alla grande varietà di pesci che vivono in laguna. Vi si trovano gamberetti, spigole, orate, ostriche, cefali ed anguille. Molto apprezzati sono i filetti di cefalo, gli spaghetti alla bottarga, le anguille sfumate. Per gli amanti della carne è possibile degustare tutti i prodotti tipici della Maremma accompagnati da ottimi vini bianchi e grandi vini rossi.

Sagre

In Italia, la sagra è una festa gastronomica molto popolare e tradizionale, generalmente con fiera e mercato per valorizzare soprattutto i prodotti tipici della terra.

Nell'antichità le feste popolari venivano celebrate davanti ai templi, in epoca cristiana, davanti alle chiese (da cui deriva il termine sagrato delle chiese).

Sagra Cinghiale
Sagra Ficamaschia
Sagra Fragola
sagra Pesce

Durante le feste dell'antichità venivano spesso effettuati sacrifici di animali, oppure offerte di prodotti della terra, che venivano poi consumati dalla comunità intera. Questo rito simbolico originario rimane come traccia anche oggi nelle diverse sagre gastronomiche che ruotano attorno ad un piatto tradizionale regionale o locale

Nella nostra regione della Maremma, sono molte come per esempio:

  • Sagra della Fragola a Marsiliana(Maggio)
  • Sagra del Cinghiale a Orbetello (Luglio)
  • Sagra dell'Anguilla a Orbetello (Luglio)
  • Sagra della Polenta a Marsiliana (Agosto)
  • Sagra della Panzanella a Polverosa (Luglio)
  • Sagra del Calamaro a Fonteblanda (Agosto)
  • Sagra del Moscardino a Talamone (Luglio)
  • Sagra della Ficamaschia a P.Ercole (Agosto)
  • Sagra del Baccalà a S. Andrea (Agosto)
  • Sagra del Pesce a La Torba (Luglio)
  • Sagra del Cinghiale a Capalbio (Settembre)